EXTRA SCONTO 10% SOPRA I 75€ DI SPESA | SPEDIZIONE GRATUITA

Cani in ambito medico: possono fiutare il Covid?

Durante questa pandemia abbiamo potuto sperimentare l’esperienza del tampone naso-faringeo, che sicuramente, si è rivelata tutt’altro che piacevole, fastidioso per i soggetti più fragili, poco ecologico e dispendioso. Nonostante tutto, sono necessari al fine di prevenire rischi di contagio e tenerci al sicuro.

Immagine gratuita di adulto, applicare, coronavirus

 

Con l’avvento della pandemia da Covid-19, alcuni ricercatori hanno iniziato a studiare se fosse possibile per i nostri amici a quattro zampe di fiutare il virus. D’altronde non è la prima volta che i cani vengono usati in vari ambiti per il loro fiuto, ad esempio i cani antidroga, addestrati dalla polizia capaci di scovare anche piccole quantità di esplosivi, oppure anche già in ambito medico, da quando diverse ricerche hanno dimostrato come riescano a fiutare la malaria o diverse forme tumorali.


Anna Hielm-Bjorkman, ricercatrice presso l’Università di Helsinki, spiega che le prime sperimentazioni hanno fornito risultati molto incoraggianti. Anche la facoltà di veterinaria dell’Università di Hannover in Germania, ha reso noto che, dopo una settimana di addestramento, i cani erano in grado di riconoscere la saliva di un paziente affetto da Covid19 nel 94% dei casi, anche se asintomatici.

Finlandia, all'aeroporto di Helsinki arrivano i cani che fiutano i  passeggeri con il Covid

 

Ottenuto questo risultato, il test è proseguito con la seconda fase, con i primi 16 cani addestrati. Nonostante siano teoricamente in grado di rilevare i soggetti affetti dal virus, non tutti i pelosi sono capaci di lavorare in luoghi affollati e rumorosi, ma nonostante questo quattro cani sono attivi all'aeroporto di Helsinki, dove i passeggeri vengono sottoposti a questo test sperimentale.

Il vantaggio di questo test è che dura solo un minuto, basta strofinarsi il collo con un fazzoletto per raccogliere un po’ di sudore e riporlo in un barattolo, nel caso il cane individui un potenziale sospetto, il passeggero verrà sottoposto al tradizionale tampone in modo da poter verificare con certezza.


Cosa i nostri amici pelosi sentano di preciso è ancora dubbio, e ricerche sono già in corso per scoprirlo. Il vero dubbio attuale sul test rimane la resistenza degli animali al lavoro, dato che la precisione del test può oscillare in base alla loro stanchezza, quindi per sicurezza i quattro cani ad Helsinki sono divisi in due squadre che si alternano il lavoro.


Se questo esperimento dovesse diventare un metodo di controllo efficace, ha le potenzialità di diffondersi, diventando un metodo di controllo più semplice e meno invadente, da poter essere usato tranquillamente anche in scuole o case di riposo, o altri posti dove sono più frequenti pericolosi focolai di contagio.

Lascia un commento

Assistenza Totale: Telefono, Mail, Social
Spedizioni Veloci: 2-3 Giorni ad Ordine Evaso
Alta Qualità: Cappottini Unici e Made in Germany
Pagamenti Sicuri: Carte, Paypal o Contrassegno